Sappiamo ormai dai tempi più remoti quali  sono i benefici della crioterapia.  Infatti è una lunga storia, che parte dall’antichità ed arriva fino ad oggi. Sei pronto a scoprirla insieme a noi?

Come ha inizio il tutto

Il termine crioterapia deriva dal greco antico kryos e significa letteralmente “cura con il freddo”. Sono infatti proprio gli Antichi Greci i primi a sperimentare la terapia del freddo. La crioterapia era pensata proprio per esporre il corpo a temperature molto basse per ridurre dolori o infiammazioni. La differenza rispetto ad oggi stava più che altro nei sistemi utilizzati, che erano sicuramente più rudimentali. Anche i Romani usavano dei sistemi per esporre il corpo alle basse temperature. Nelle terme era presente infatti anche un frigidarium, dove ci si recava dopo esser stati nelle piscine di acqua calda. Il frigidarium si trovava di solito in uno spazio chiuso e coperto, e l’acqua poteva essere raffreddata anche usando la neve.


Dall’antichità al mondo moderno

La storia della crioterapia continua in epoche più recenti. Molti studiosi iniziano a riflettere in maniera più precisa sui benefici del freddo, pubblicando studi ed articoli. Nel diciannovesimo secolo diventa comune applicare impacchi freddi su traumi e per ridurre le infiammazioni. Per arrivare però alla crioterapia che conosciamo oggi, dobbiamo aspettare un altro secolo.

L’invenzione della Criosauna

 La sua invenzione è avvenuta in Giappone e risale al 1978, con il dott. Toshima Yamauchi.Dietro la crioterapia sistemica ci sono studi scientifici che ne confermano gli effetti terapeutici in numerose patologie come osteoporosi malattie autoimmuni stati infiammatori muscolo tendinei con risvolti positivi sull’ incremento del metabolismo basale insieme ad evidenti miglioramenti sull’ aspetto del viso e sul turgore della pelle.

Il dottor Yamauchi, infatti, si è reso conto che la crioterapia interveniva su tre livelli:

  • Il sistema cardiocircolatorio: il nostro corpo scatena un meccanismo di difesa che porta il sangue ai nostri organi, andando a diffondere sostanze nutritive per aiutarci a “sopravvivere al freddo”;
  • La circolazione di informazioni nel nostro corpo: in una situazione di freddo estremo, il nostro corpo viene spinto a reagire in tutti i suoi aspetti, mandando informazioni al nostro cervello e aumentando la nostra concentrazione;
  • La gestione delle energie in tutte le parti del corpo, spinte a funzionare al massimo.

Dalla Storia della Crioterapia alle sue applicazioni nel mondo di oggi

In tempi ancora più recenti, la storia della crioterapia si è intrecciata con quella dello sport, i motivi del suo successo?

Una prima risposta ha sicuramente a che vedere con l’immediato beneficio che la criosauna produce: ristabilimento dell’equilibrio dopo sforzi muscolari, infortuni e infiammazioni, ma anche artrosi e artriti. Negli ultimi anni ha avuto un vero boom nonostante sia nata per fini terapeutici, la crioterapia si è estesa al mondo dell’estetica facendo sorgere centri specializzati e ampliando il bacino d’uso. Gettonatissima da sportivi per i benefici muscolari, oggi è utilizzata per combattere la cellulite, per perdere peso, per migliorare l’aspetto della pelle.

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *