La Crioterapia localizzata e’ un ottimo alleato, contro gli inestetismi della pelle, è un trattamento non invasivo, dove si sfrutta il flusso di azoto vaporizzato raggiungendo bassissime temperature, attorno a -160°, il getto di vapore freddo può essere direzionato su vari distretti del corpo compreso il viso.

La criolocalizzata sul viso, ha benefici sulla pelle per diversi motivi, il freddo intenso induce una vasocostrizione nella zona trattata, successivamente a una vasodilatazione, creando i presupposti per un miglioramento immediato del microcircolo, della capillarizzazione e vascolarizzazione con una maggiore ossigenazione dei tessuti stessi.

Inoltre la crioterapia localizzata, induce un effetto antinfiammatorio riducendo infiammazione tipiche come esempio:

Dermatite atopica, eritemi, eczemi, acne.

Le bassissime temperature inducono un accelerazione del metabolismo cellulare, stimolando la produzione di collagene ed elastina.

La produzione di collagene ed elastina si riduce con l’età: l’attività dei fibroblasti, le cellule specializzate che quotidianamente producono queste proteine, risulta meno efficiente ed i tessuti ne risentono. Da qui la comparsa delle rughe, soprattutto nelle zone del viso soggette a contrazioni, ovvero quelle in cui si trovano i muscoli mimici facciali. L’area trattata può essere estesa dal viso al collo e alla base del mento, ovvero nelle aree in cui si nota maggiormente il cedimento dei tessuti e la lassità della pelle.

Già dalla prima seduta si può vedere la pelle più compatta. Per ottenere risultati significativi, comunque, si prevede, (per un pelle in un buono stato di salute) una frequenza di una/due volte a settimana (ogni seduta dura circa 10 minuti), mentre a chi ha una pelle mediamente compromessa si consiglia un ciclo iniziale di almeno cinque/sei sedute ravvicinate, seguite da un programma di mantenimento.

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *